Tassotti partner della V Biennale dell'incisione

Per celebrare i 60 anni di attività, Tassotti promuove la V Biennale dell’Incisione, della Grafica e dell’Animazione Contemporanea di Bassano
 
La V edizione della Biennale dell’Incisione, della Grafica e dell’Animazione Contemporanea di Bassano del Grappa (1 aprile - 21 maggio 2017) sarà l’occasione giusta per celebrare i 60 anni di attività di Tassotti, partner ufficiale dell’iniziativa.
La manifestazione ha lo scopo di contribuire alla promozione e alla valorizzazione della ricerca legata all’arte incisoria a Bassano, dove Palazzo Sturm conserva ed espone la grande eredità dei Remondini con il museo a loro dedicato e inaugurato nel 2007.
Un’eredità, quella dei Remondini, che da sempre contraddistingue l’operato Tassotti, capace, fin dal 1957, di declinare l’opera di quella che nel Settecento era la più grande Stamperia d’Europa, in chiave moderna e contemporanea, coniugando tradizione ed innovazione, maestria artigiana ed amore per la carta.
Fautrice di cultura e sensibile alle attività legate al territorio, la stamperia Tassotti ha  collaborato fin da subito, di concerto con la scuola di Grafica A. Remondini, alla promozione della Biennale  rendendo possibile la realizzazione del catalogo.
Arricchito di una dedica personale di Giorgio Tassotti, il catalogo è diventato un vero e proprio dono, che testimonia come realtà private e pubbliche possano instaurare un sempre più proficuo scambio in nome dell’arte e della cultura, come sottolinea nella presentazione la Direttrice del Museo Civico Chiara Casarin.
Quest’anno, per la prima volta, la mostra - tradizionalmente riservata alle opere incisorie - presenterà una sezione dedicata alla grafica contemporanea, intesa come produzione di opere visive realizzate con tecniche e strumentazioni digitali, comprese le opere di animazione.  Saranno esposte le opere degli artisti vincitori nelle sezioni 'Junior' e 'Senior', quelle che hanno ricevuto una segnalazione di merito e le opere degli artisti selezionati.

L’inaugurazione della mostra allestita nelle sale del Museo Civico avverrà sabato 1 aprile alle ore 18.